IL RESPONSABILE DEL SETTORE FEMMINILE, GIUSEPPE MATALUNA:”STIAMO GIOCANDO UNA PARTITA MOLTO PIU’ DIFFICILE”

 In KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE, SETTORE GIOVANILE FEMMINILE

In questo momento difficile e ricco di interrogativi, a parlare è Giuseppe Mataluna, Responsabile del Settore Femminile della Kemas Lamipel. Questa si spinge sugli argomenti riguardanti la situazione incerta.

Il momento:“Stiamo giocando una partita molto difficile perché giocata su un campo sconosciuto a tutti. Ci siamo di volta in volta adeguati alle varie disposizioni governative. Inizialmente la speranza di tutti era quella di poter riprendere il nostro quotidiano in tempi brevi, la realtà purtroppo non ha tardato a manifestarsi e in breve tempo si è dapprima capito poi è stata ratificata la fine dei campionati giovanili, e in seguito anche i campionati nazionali”.

La pallavolo che aiuta ad affrontare questi momenti:“Essere giocatori di pallavolo, sport di squadra per eccellenza, ci ha aiutato e ci sta aiutando ad interpretare questa fase difficile per tutti. Come giocatori siamo abituati ad andare incontro al nostro compagno che attraversa momenti di difficoltà, aiutare un parente, un amico anche semplicemente con una parola di conforto o la sola presenza spesso virtuale attraverso le varie piattaforme di cui volenti o nolenti siamo diventati un po’ tutti esperti.
La nostra attività non si è interrotta, ma ha preso altre forme. Con lo staff dirigenziale e tecnico ci sentiamo periodicamente, di solito per sistemare delle situazioni contingenti, ma anche per parlare di iniziative e programmi futuri”.

I programmi per il Femminile:“Con le ragazze abbiamo preferito inviare dei programmi di mantenimento del benessere fisico, che aiuta anche il morale, ovviamente programmi generici dato che non tutti hanno la possibilità di ampi spazi o di materiali, anche se spesso una bottiglia da 2 litri di acqua e un po’ di fantasia può rappresentare un valido ausilio. Piccole gare, sfide lanciate attraverso brevi video postati sul nostro profilo Instagram sono stati dei simpatici intermezzi che hanno trovato una buona partecipazione. Alcuni di noi hanno realizzato delle videoconferenze con i propri gruppi”.

La reazione dei biancorossi:“Dal mio piccolo osservatorio mi sembra di poter affermare che tutta la famiglia dei Lupi ha reagito bene e questo mi rende ancora più orgogliosi di farne parte. Spesso lo diamo per scontato, ma la quotidianità della palestra manca a tutti, manca preparare la borsa con il materiale tecnico per affrontare un allenamento, mancano le chiacchiere con le amiche, manca la tensione di preparare e giocare una gara importante, manca un po’ tutto”.

Su chi si batte in prima linea:“Oggi è il momento di stare in panchina, i titolari sono quelle splendide persone impegnate in prima linea, parlo ovviamente del personale sanitario, delle forze dell’ordine, del personale dei servizi essenziali che hanno letteralmente tenuto in piedi un paese, mettendo giornalmente a repentaglio la loro stessa salute e dei loro familiari. Un grande ringraziamento per quanto stanno facendo, quando sarà il nostro momento di riprenderci la nostra vita, un passo dopo l’altro sapremo dare il nostro contributo”.

 

Francesco Rossi – Ufficio Stampa

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search