UNDER 16: LA SQUADRA DI MARCHI SI QUALIFICA PER I QUARTI DI FINALE. LA ROSSA GIU’ A PECCIOLI

 In SETTORE GIOVANILE FEMMINILE

UNDER 16 OTTAVI DI FINALE: LUPI SANTA CROCE-ELETTROMECC. GROSSETO 3-0 (25-22, 25-22, 25-17).
LUPI: Boldrini, Bottani, Branzi (L1), Campigli, Donati, Marianelli (L2), Moretti M., Moretti S., Quirici, Talini, Urbini.
All. M. Marchi. Dir.acc. G. Urbini.

Bella vittoria delle ragazze di coach Marchi che sconfiggono 3-0 il Grosseto e si qualificano per i quarti di finale per il titolo di Campione interprovinciale. Nonostante il rotondo punteggio la partita è stata tutt’altro che semplice e per 2/3 si è dipanata su un piano di sostanziale equilibrio, solo nel terzo set è apparsa in discesa. 

Partenza equilibrata con le Lupe che cercano di ritrovare la giusta tensione agonistica dopo un lungo stop dalle partite ufficiali e con il Grosseto che si è rivelato quello che già avevamo avuto modo di vedere: un avversario difficile che sta sempre “sul pezzo” e che dispone di un buon attacco. In effetti sono gli attacchi di ambo le parti a prevalere in un bel punto a punto iniziale fino all’11-11. Poi è Grosseto a tentare l’allungo prendendo un vantaggio di tre punti che mantiene fin verso la fine della frazione. La reazione delle Lupe è veemente: i giusti accorgimenti tattici e un servizio che è salito molto di livello, permettono di agganciare e poi superare le Maremmane per l’1-0.
Il secondo set è simile al primo. In generale pochi errori e attacchi che funzionano, soprattutto quello delle Lupe che permette di prendere un certo margine che non viene mantenuto per qualche “distrazione” di troppo e qualche muro preso. Ancora una volta però il “cuore di Lupo” prende il sopravvento nel finale di set che si chiude con lo stesso punteggio del primo.
Sul 2-o le ragazze appaiono più serene e giocano in maniera fluida mentre per Grosseto ormai la montagna da scalare appare troppo alta. Il set scorre via velocemente, le Biancorosse forzano ancora di più il servizio e solo qualche imperfezione in ricezione non permette un divario più ampio del pur ragguardevole 25-17 finale.

Raggiunti i quarti quindi, ora viene il difficile: il prossimo avversario sarà il Dream Volley formazione della quale abbiamo potuto saggiarne la consistenza nel girone eliminatorio. Intanto registriamo con orgoglio che la nostra squadra è tra le prime 8 nelle province di Pisa, Livorno e Grosseto. “Comunque vada sarà un successo!”

 

UNDER 16 Classifica finale girone C2: VOLLEY PECCIOLI BIANCA-LUPI SANTA CROCE ROSSA 3-1 (24-26, 25-23, 25-22, 25-19).
LUPI: Arrigucci, Buti, Colangelo, Frangioni (L2), Lotti, Porciani (L1), Rovini, Russo, Salvi, Valori.
ALL. L. Vignozzi. Dir.acc. M. Lotti

Le Lupe tornano a mani vuote da Peccioli al termine di un incontro che lascia l’amaro in bocca per come è maturata la sconfitta e dove la sfortuna ha messo molto più che uno zampino.

L’ennesimo approccio dormiente alla partita permette alle Locali un cospicuo margine: 22-11. Poi le Lupe come colpite da una scossa hanno un’incredibile reazione e grazie ad un servizio efficace compiono una clamorosa rimonta fino a vincere di giustezza il primo set.
Poi accade l’imponderabile, la Dea bendata ci manda bellamente a far benedire e la giornata da dimenticare presagita all’inizio per motivi tecnici si materializza per motivi…. fisici. Nel secondo set sull’8-9 si infortuna Lotti, entra in regia Buti ma per poco: sul 17-19 si fa male anche lei! Cambio obbligato con Lotti che però può alzare solo in bagher. Peccioli di un soffio trova la parità.
In una rosa già ridotta all’osso un doppio infortunio del genere appare letale. Nel terzo set a palleggiare è chiamata Salvi che per disposizioni tecniche ha lasciato la maglia di L2 a Frangioni. Le varie sostituzioni e gli infortuni, tolgono concentrazione alle Lupe che perdono il terzo e quarto set e l’incontro non senza rammarico.

Le disposizioni tecniche accennate, sono volute dal tecnico che affiancherà Laura Vignozzi: Fabio Giannotti evidentemente specializzato in “gatte da pelare” già che ha preso anche il comando della 2°divisione. Un allenatore esperto a cui non fa certo difetto il coraggio e la tenacia nel perseguire obbiettivi  che possono apparire impossibili e che è stimolato dalle sfide tipo “ti piace perdere facile” per poi farne beffa.

 

MASSIMILIANO SARTORI- SETTORE GIOVANILE LUPI SANTA CROCE

 

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search