GRAN BATTAGLIA A REGGIO EMILIA, MA LA SPUNTANO I PADRONI DI CASA

 In KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE

Conad Reggio Emilia: Pinelli, Bellei 13, Scopelliti 10, Mattei 14, Ippolito 18, Loglisci 22, Morgese (libero), Pertesotti (libero), Catellani n.e, Sesto n.e, Maiocchi n.e, Ristic n.e, Suraci n.e. All. Mastrangelo

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 1, Walla 31, Copelli 7, Festi 8, Colli 12, Cappelletti 9, Sorgente (libero), Di Marco 1, Robbiati 1, Prosperi, Andreini n.e, Caproni n.e, Sposato (libero) n.e. All. Montagnani

Successione set: 27-29 in32′, 25-22 in 24′, 25-20 in 24′, 25-22 in 27′.

Battute sbagliate Conad 18, Aces 6, Muri 11

Battute sbagliate Kemas Lamipel 17, Ace 1, Muri 9

Lotta con tutte le proprie armi la Kemas Lamipel, ma finisce per perdere 3-1 sul campo della Conad Reggio Emilia nel recupero della seconda giornata di ritorno del campionato di A2 Credem Banca. Partita molto equilibrata quella del PalaBigi, ma alla lunga ha influito la profondità del roster del Volley Tricolore, oltre alla prestazione monstre dei due schiacciatori schierati titolari da coach Mastrangelo, cioè Ippolito e soprattutto Loglisci. Per i “Lupi” grande prova di Walla che chiude con 31 punti personali ed un altissima efficienza, ma i tanti errori al servizio oltre a molte difese che si sono infrante sul soffitto non altissimo del palasport emiliano, hanno alla lunga pesato spostando l’ago della bilancia a favore di locali. L’inizio di gara dei santacrocesi è positivo, con i centrali Copelli e Festi determinanti in attacco e a muro: i “Lupi” sono avanti per 6-8, scappano sul 12-16, ma alla fine si fanno trascinare ai vantaggi dai locali sospinti da Ippolito. Il testa a testa decisivo però è di appannaggio di Acquarone e compagni, bravi a spuntarla per 27-29. Nel secondo set, nonostante una ricezione perfetta e un attacco ben funzionante, gli uomini di Montagnani sono costretti ad inseguire quasi sempre gli emiliani, con Pinelli che sfrutta al meglio i suoi uomini con giocate veloci al centro per Mattei e, specialmente, Scopelliti. Dall’8-6 si passa al 16-14 e al 21-18, preludio del definitivo 25-22 che arriva nonostante i 10 punti personali di uno stratosferico Walla. Meno equilibrio nel terzo parziale con Loglisci che detta legge in attacco e con il solo Walla (altri 10 punti per lui) capace di far male per i “Lupi”. Reggio Emilia conduce sempre con margine (8-4, 16-12, 21-15) e tutti i tentativi dei santacrocesi di provare a rientrare sono rintuzzati dalle buone giocate di Morgese, Bellei e soci, fino al 25-20 che ribalta il punteggio sul 2-1. Nel quarto e decisivo parziale la Kemas Lamipel le prova tutte: Montagnani si gioca la carta Robbiati al posto di Copelli, dando anche fiducia a Prosperi in seconda linea facendo rifiatare il comunque positivissimo Cappelletti. Sotto per 8-6 e 16-12, pian piano i “Lupi” rosicchiano i punti di svantaggio e vanno a pareggiare a quota 21 con un bel muro di Di Marco. Il finale è incandescente ma Reggio Emilia mantiene un maggior sangue fermo e va a vincere per 25-22 chiudendo la contesa. Nulla da fare per i conciari alla prima di quattro partite in dieci giorni: domenica al PalaParenti arriva la lanciatissima Cuneo e per i conciari ci sarà l’occasione di rilanciarsi e vendicare la prima battuta d’arresto stagionale arrivata proprio all’andata in Piemonte.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search