CHE BATTAGLIA AL PALAGROTTE, PER I “LUPI” UN BUON PUNTO PER LA CLASSIFICA

 In KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE

Bcc Castellana Grotte: Izzo 4, Theo Lopes 15, Presta 9, Truocchio 15, Borgogno 13, Tiozzo 15, Toscani (libero), De Santis, Arienti 2, Santambrogio, Capelli, Zanettin 1. All. Gulinelli

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone 4, Colli 16, Festi 7, Arasomwan 7, Fredizzi 31, Ferrini 6, Pace (libero), Giovannetti, Menchetti n.e, Caproni n.e, Mannucci n.e, Brucini n.e, Sposato (libero) n.e. All. Cezar Douglas

Successione set: 25-19 in 23′, 18-25 in 25′, 25-14 in 24′, 25-15 in 30′, 21-19 in 27′

Battute sbagliate Bcc: 22 Aces: 3 Muri: 16.

Battute sbagliate Kemas Lamipel: 14 Aces: 8, Muri: 4.

Finisce all’ultimo respiro, con un 21-19 per i locali nel tie-break decisivo, l’anticipo della settima giornata di Serie A2 Credem Banca. A vincere per 3-2 i locali della BCC Castellana Grotte, ma la Kemas Lamipel, priva del suo opposto e cannoniere Walla, si fa valere e rischia anche di portare a casa il successo, vedendosi annullare due palle match nel set decisivo. Nel complesso una gara intensa ma non bella, con le due formazioni cheche hanno giocato alla pari solo nel tie-break, annullandosi a vicenda negli altri parziali, due vinti con facilità dai pugliesi e due dai toscani. Cezar Douglas inizia il match giocandosi la carta Colli opposto e Ferrini in diagonale con Fedrizzi. L’avvio è abbastanza equilibrato (8-6, 16-14) ma è la BCC ha scavare il primo solco sfruttando il servizio di Tiozzo e l’ottima fase di muro. Avanti per 21-16 per i locali è gioco facile chiudere 25-19 e portarsi in vantaggio. Nel secondo impatta meglio la Kemas Lamipel che scappa via subito sul 5-8. Fedrizzi sale di tono, ben aiutato da Arasomwan e Ferrini, e grazie ai loro punti gli ospiti restano sempre in vantaggio di 3 o 4 lunghezze (13-16, 17-21). Nel finale proprio lo schiacciatore dei “Lupi” la decide dai nove metri, con 3 aces che consecutivi che fissano il punteggio sul 18-258 e sull’1-1. Cambio radicale di musica nel terzo set con Acquarone e compagni in linea di galleggiamento solo nella parte iniziale (8-6). Poi Theo Lopes suona la carica e Castellana Grotte scappa via non dando ai conciari diritto di replica (16-9, 21-12). Il 25-14 finale non lascia presagire buone cose per la Kemas Lamipel che però ha la forza di reagire regalando a se stessa e ai tifosi presenti un quarto set veramente ben giocato, con un Colli finalmente dentro il match e un Fedrizzi monumentale. Coach Douglas inverte le posizioni di Colli e Ferrini e il nuovo assetto da il la alla fuga dei “Lupi”, bravi a passare dal 6-8 al 10-16, preludio del definitivo 15-25 che manda le squadre al tie-break nonostante i cambi dell’ex di turno Gulinelli. Nel set decisivo l’approccio della Kemas Lamipel è migliore (3-5, 7-10), ma Castellana Grotte, specialmente con Tiozzo e il palleggiatore Izzo, non molla e torna in parità sul 13-13. Le prime palle match sono dei “Lupi” che però non sono in grado di capitalizzarle. Un ace flottante dei locali cambia l’inerzia del punteggio e dopo diverse occasioni ad esultare con il definitivo 21-19 sono i padroni di casa che conquistano la vittoria. Per la Kemas Lamipel una prova in crescendo, peccato per una vittoria che sembrava essere ad un passo nonostante l’assenza di Walla. Il punto conquistato non evita la quarta sconfitta consecutiva ma almeno muove la classifica e sicuramente aumenta la consapevolezza di un gruppo che sta dando il massimo nonostante la mancanza di uno dei suoi giocatori cardine.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

 

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search