A CUNEO NON C’E’ STORIA: LA KEMAS LAMIPEL SI IMPONE PER 0-3

 In KEMAS LAMIPEL SANTA CROCE

Banca Alpi Marittime Acqua San Bernardo Cuneo: Cortellazzi, Caio 17, Alborghetti 3, Dutto 2, Galaverna 1, Mazzone 12, Prandi (libero), Menardo 1, Bolla 3, Testa, Tomatis n.e, Amouah n.e, Chiapello n.e, Armando (libero) n.e. All. Serniotti

Kemas Lamipel Santa Croce: Acquarone, Snippe 14, Bargi 10, Miselli 6, Lyutskanov 10, Colli 8, Taliani (libero), Baciocco, Grassano n.e, Crò n.e, Tamburo n.e, Andreini n.e, Ferraro n.e, Ferraro (libero) n.e. All. Pagliai

Successione set: 20-25 in 24, 18-25 in 25′, 18-25 in 26′

Battute sbagliate Banca Alpi Marittime: 14, Aces: 1 Muri: 2

Battute sbagliate Kemas Lamipel: 12, Aces: 5, Muri: 9

La Kemas Lamipel non si fa sfuggire il primo match point per volare ai quarti di finale dei Playoff di A2 Credem Banca e, con una prestazione decisamente molto convincente, va a vincere con pieno merito sul campo del Cuneo per 3-0. Pagliai e Cezar Douglas danno fiducia al “6+1” che ha ben impressionato in gara 1 e, al netto di una fase inziale equilibrata, i giocatori si fanno trovare pronti ed in palla, prendendo saldamente in mano le redini dell’incontro. Arma in più sicuramente il muro (9 i blocchi vincenti a fine gara), ma i “Lupi” hanno fatto bene anche in ricezione, attacco e servizio, dimostrandosi finalmente “squadra” anche in trasferta. La partita inizia sul filo dell’equilibrio con le due squadre che danno vita ad un punto-punto fino a metà set (7-8, 14-16). A muro però la Kemas Lamipel appare più convinta e con Miselli e Bargi si fa valere. Lyutskanov al servizio scava il break che porta al 18-21 e nonostante gli sforzi dell’opposto brasiliano di Cuneo Caio il set va ai “Lupi” bravi a chiudere 20-25 con un ace di Colli. Senza quasi storia il secondo parziale, con la Kemas Lamipel che scappa via subito (4-8) e amministra per tutto l’arco del set: Acquarone chiama tutti in attacco facendo girare ottimamente la squadra. Bargi, Colli e Snippe sono puntuali e ficcanti in attacco e Lyutskanov ancora decisivo al servizio: dal 12-16 si vola sul 14-21 e poi sul 18-25, con Serniotti che gira i suoi uomini per provare ad arginare la grande serata biancorossa ma senza trovare soluzioni. Poca storia anche nel terzo set a parte le fasi inziali: Caio e Mazzone provano a resistere alla furia dei “Lupi” e Cuneo resta in scia (6-8), ma poi è ancora la Kemas Lamipel a fare la voce grossa e grazie alle giocate di un collettivo decisamente in palla e determinato scappa via sul 10-16 e sul 14-21 che lascia pochissimo margine di rimonta ai padroni di casa. Il punto finale lo mette a segno un ottimo Snippe, ma da applausi la prova di tutti i ragazzi scesi in campo, con Bargi decisivo in attacco e a muro, Taliani preciso e pulito in ricezione, Miselli scalpitante al centro, Luyutsaknov e Colli bravi e sempre concentrati ed Acquarone ottimamente ispirato e lucido nel tenerli tutti caldi e sull’attenti. Grande il sostegno anche dei gli altri giocatori a referto, sempre pronti ad applaudire ed incitare i compagni, per un collettivo che pare aver trovato fiducia nei propri mezzi e con diverse soluzioni tecnico-tattiche a disposizione. Ne avremo la riprova la prossima settimana quando inizieranno i quarti di finale: per la Kemas Lamipel l’avversario sarà uno tra Gioia del Colle e Alessano che giocheranno gara-3 degli ottavi domenica: le due squadre stanno sull’1-1 dopo aver vinto entrambe un tie-break casalingo. Per i “Lupi” affrontare Gioia del Colle vorrebbe dire giocare gara 1 ed eventuale gara 3 in trasferta, contro Alessano invece sarebbero entrambe in casa. Intanto però spazio ai dovuti festeggiamenti per il bel passaggio del turno, da domani si penserà al prossimo turno.

Andrea Costanzo – Ufficio stampa

Nella foto messa a disposizione dall’ufficio stampa di Cuneo, un bel muro a tre dei “Lupi” su Mazzone.

 

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search