IMPRESA DELLA 2°DIVISIONE: VINCE IN RIMONTA A ROSIGNANO E CONQUISTA LA SALVEZZA!

 In SETTORE GIOVANILE FEMMINILE

PLAY OUT 2°DIVISIONE, GARA 3: VOLLEY SEI ROSE ROSIGNANO-LUPI SANTA CROCE 2-3 (25-13, 28-26, 13-25, 14-25, 13-15).
LUPI: Bachini, Baldini, Bini, Di Gianni (L), Fabiani, Faraoni, Gasperini, Marianelli, Noe, Quirici, Rinaldi, Sartori.
All. A. Signorini. Dir.acc. F. D’Eramo.

Incredibile, rocambolesca vittoria delle ragazze di Andrea Signorini che ribaltano un incontro pazzesco e agguantano per i capelli un’insperata quanto miracolosa salvezza.
In effetti, l’impresa delle Lupe ha tutti i crismi di un miracolo sportivo.
Giunte ai play out dopo un campionato tribolato fatto di sole sconfitte esclusa la vittoria nell’ultimo turno di campionato, le Conciarie hanno tenuto botta nel doppio confronto con Rosignano restituendo a Santa Croce il 3-1 subìto all’andata, rendendo così necessaria la “bella”.
Gara 3 si presentava assai complicata, vuoi per il fattore ambientale, vuoi perché alle Lupe mancavano sia l’altro libero Falorni, sia Bertini il loro attaccante più incisivo, determinante nel match casalingo.
E in effetti si è giocato in un Palazzetto gremito, roba da palcoscenici di ben altre categorie, con le ragazze di casa sostenute da un grande tifo. In un clima così infuocato le Rosignanesi entrano in campo cariche e grintose e aggrediscono fin dai primi punti le Lupe che, di contro, stentano a entrare in partita. Il primo set quindi, si riduce ad un monologo del Sei Rose che si porta facilmente sull’1-0.
Reazione nel secondo parziale con le Biancorosse che provano a contrastare le offensive delle Locali con una difesa più attenta che vede salire in cattedra il libero Di Gianni e un attacco più incisivo e ben innescato dalle sapienti mani di Fabiani, palleggiatrice del 2004 che distribuisce con la precisione e la lucidità di un veterano. Il set è equilibrato e anche ben giocato, macchiato purtroppo da un paio di episodi che eufemisticamente definiamo sfortunati e che hanno contribuito al raggiungimento del 2-0 ai vantaggi, nonostante lo sforzo profuso da Bachini e compagne.
Si va al cambio di campo con le ragazze di casa che volano, mentre il Palazzetto è una bolgia. L’avvio della terza frazione sembra precludere ad un facile 3-0, ma qui le locali commettono il madornale errore di sentirsi la vittoria in tasca, un errore di presunzione che pagheranno a caro prezzo. Evidentemente non sapevano che la parola “arrendersi” non fa parte del vocabolario dei Lupi. Rosignano ad un cero punto smette di giocare e le nostre ne approfittano ribaltando completamente la situazione. Come un pugile suonato sull’orlo del ko, le Lupe raschiano il fondo del barile traendone orgoglio e voglia di ribellarsi ad un destino già scritto: il piccoletto opposto Noè si trasforma in gigante e diventa immarcabile insieme ad una Rinaldi (altra 2004) che per l’ennesima volta mette in mostra tutta la sua classe e il suo talento, ben presidiato il centro (ottima anche la prestazione di Gasperini), in difesa non casca più un pallone, facili quindi l’1-2 prima e il pareggio poi.
Set decisivo vietato ai deboli di cuore: Rosignano rialza la testa e parte a spron battuto: 6-2 poi 8-6 al cambio campo e 11-8 con mach di nuovo in pugno alle ragazze dello sportivo coach Achilli. Ma i Lupi non muoiono mai: recuperano lo svantaggio fino al 13 pari. Coach Signorini tira fuori la mossa vincente: fa entrare in battuta Bachini, ace e match point Lupi: ancora un efficace servizio, poi è Noe che mette a terra il pallone che vuol dire vittoria  e salvezza! Il resto è apoteosi biancorossa con le ragazze ebbre di gioia che saltano come pazze mentre le lacrime scorrono a fiumi, in un Palazzetto ammutolito.

Un risultato eccezionale che queste ragazze hanno voluto a tutti i costi, con il cuore, contro tutto e tutti. Una vittoria di un gruppo solido e coeso, che ha visto ripagati  i sacrifici fatti fin dall’inizio stagione quando i risultati non arrivavano, ma ci si allenava con impegno e si dava tutto in campo. Un gruppo che è diventato squadra grazie al lavoro dell’ex coach Giannotti che ha voluto con sé oltre a Fabiani e Rinaldi, anche le under 16 Bottani prima e Marianelli poi, anche lei importante nella vittoria di Rosignano. Un gruppo che ha compiuto un’impresa eccezionale, un’ impresa da…..LUPI!

GRAZIE RAGAZZE!!!

MASSIMILIANO SARTORI – SETTORE GIOVANILE LUPI SANTA CROCE

 

Recent Posts
0

Start typing and press Enter to search