LA SERIE D ESPUGNA PISA E SPERA ANCORA. LA 1°DIVISIONE CHIUDE CON UNA SCONFITTA.

 In SETTORE GIOVANILE FEMMINILE

Finisce la stagione regolare di prima divisione ed ora è tempo di play off e play out; la cosa non riguarda i Lupi che evitano gli spareggi-retrocessione perché esenti in quanto squadra under. Manca un solo turno alla fine della serie D e la matematica concede ancora una chance ai Lupi di agguantare il quinto ed ultimo posto utile per disputare i play off.
Vediamo nel dettaglio il resoconto di questo turno di fine aprile per le nostre due principali squadre di serie.

Serie D: u.18 Dream Volley Group Pisa-Blu Scotti Lupi S.Croce Fucecchio 1-3 (23-25, 18-25, 25-21, 23-25). 

La speranza di non arrendersi alla matematica passava da Pisa. Passava da dover sconfiggere un avversario “storico” per poter sperare nell’…..insperabile. Il successo è arrivato, sudato e più faticoso del previsto. Il notevole divario di punti (ben 23) e di posizioni in classifica sul campo non è affatto apparso così sproporzionato. Merito soprattutto delle giovanissime pisane di coach Lazzeroni che hanno affrontato questo difficile campionato con una formazione under 18 e lo hanno onorato al meglio, non avendo problemi di retrocessione. Anche in questo incontro le Pisane hanno provato a contrastare le Lupe, ancora alle prese con problemi di formazione (fuori le infortunate “storiche” Simoncini, Giovannelli e Martinelli) e con risorse di energia da fine stagione.

Nel roster biancorosso: Bernardeschi, Bertelli, Caturegli (k), De Nisco, Goretti, Iacopini, Lucchesi, Menichetti, Parisi, Sabatini (l.2), Talini, Vignozzi (l.2).

Partenza col giallo: causa sbadataggine paterna Bernardeschi si presenta senza borsa e documenti. Il padre stesso, per ovviare alla sua dimenticanza, deve tornare indietro per recuperare il tutto. Riesce a rientrare per la metà del primo set con un tempo degno del miglior Lewis Hamilton e permettere così alla figlia di essere “riconosciuta” dall’arbitro e giocare. Nel frattempo al centro coppia inedita Iacopini-Caturegli. Nel corso dell’incontro si alterneranno in regia Goretti e Talini, in diagonale con De Nisco e Caturegli (poi tornata nel suo ruolo naturale). Gli attaccanti Menichetti (autrice di una buona prova), Bertelli giovane talento classe 2002 e Lucchesi il cui continuo impiego è una delle buone nuove di questo scorcio di campionato visto l’infortunio che  l’ha tenuta lontana dai campi per un lunghissimo periodo. Sempre utile e puntuale in seconda linea l’impiego di Parisi. Bernardeschi – al centro con Iacopini – ripaga la corsa del padre con una grande prestazione. Libero – anch’essa positiva – Sabatini.
Nonostante l’inconveniente, le Lupe si aggiudicano di misura il primo set e concedono il bis nel secondo, ben giocato e condotto con sicurezza. Sullo 0-2 reazione delle allieve di coach Lazzeroni che sorprende Santa Croce e si porta  sull’ 1-2. Quarta frazione multo tirata, ma i fondamentali e imprescindibili tre punti arrivano.
Adesso ultimo turno per stabilire la griglia play off. Il Montebianco, col successo (3-0) sull’Euroripoli è quarto e matematicamente dentro. Il quinto posto che garantisce gli spareggi-promozione se lo giocano l’Hoster Food Firenze, attualmente quinto con 49 punti e che nell’ultima partita giocherà sul campo del Nottolini (settimo e fuori dai giochi) e i Lupi sesti a 47 punti. Sabato 5 maggio al PalaParenti l’avversario sarà il Viviquercioli, squadra massese autrice di un campionato di primo piano e che occupa il secondo posto a pari punti (56) col Pantera Lucca alle spalle del già promosso Pistone Pescia.
Missione impossibile? Può darsi, ma non ci sono alternative se non provarci fino all’ultimo…

 

1°divisione: Chianti Banca Lupi Santa Croce u.18-Pallavolo Cascina 0-3 (12-25, 18-25, 16-25).
Lupi: Bachi, Barbagli, Bianchi, Bracci, Campigli, Coltelli, Daniele, Giacomelli, Mali, Masoni, Sartori.

Si chiude con una sconfitta il campionato di Prima divisione per i Lupi. Sconfitta che nel girone di ritorno è diventata una costante visto che la squadra di Bulleri ha ottenuto una sola vittoria.

Anche in questo incontro, come nelle ultime partite, compresa l’under 16, le Lupe giocano bene un solo set su tre. Stavolta è il secondo. Il primo viene letteralmente regalato alle Cascinesi, che avevano motivazioni diverse dalle Lupe: dovevano difendere il secondo posto in classifica dall’attacco del Cus Pisa, finito poi terzo.
Nel secondo parziale però, le Biancorosse rientrano con la testa dal…. mare e pensano non sia il caso di continuare a prendere le “pallonate”. La reazione d’orgoglio è del tutto inaspettata per le allieve di Lazzerini che devono sudare più del previsto per stare incollate alle Lupe che, quando giocano come sanno (negli ultimi tempi troppo sporadicamente), riescono a impensierire qualsiasi avversario. Solo sul finire del set Cascina, complice i soliti regali sotto forma di errori gratuiti delle Santacrocesi, riesce nell’allungo decisivo e si porta a casa il set tirando un sospiro di sollievo per lo scampato pericolo. Imparata la lezione, nel terzo set le Cascinesi tengono a debita distanza le Lupe e si aggiudicano in scioltezza parziale e partita. Tra le ospiti, degne di menzione le prestazioni dell’attaccante Luchetti e del centrale Ghezzani. Tra le Lupe, assenti Bertelli (aggregata alla serie D) e Carli, coach Bulleri, con tempistiche diverse, impiega tutte le ragazze a disposizione con alterni risultati ma sempre su un piano di generale insufficienza.

Finisce qui l’avventura in prima divisione per le giovani biancorosse. Se sul piano dei risultati ottenuti il piatto piange, soprattutto per lo scellerato girone di ritorno, su quello dell’esperienza il campionato è stato senz’altro utile per la crescita delle ragazze stesse che hanno comunque centrato l’obbiettivo prefissato di una in fondo semplice salvezza.

 

Recent Posts

Start typing and press Enter to search